» Home > Fisiologia Comparata

Fisiologia Comparata

Similarità e differenze

Nella reazione sessuale degli uomini e delle donne ci sono similarità più profonde di quanto non sembri.

Gli organi genitali di ambo i sessi non solo sono governati da un analogo apparato neurale, ma derivano anche da identiche strutture embrionali.  John Money e Mary Jane Sherfey hanno indicato che tutti i feti, se non intervenissero influenze esterne, si svilupperebbero in femmine, invece, sotto l'influenza dell'androgeno fetale, si verifica per il maschio uno sviluppo molto diverso e altamente specializzato.

In conseguenza delle origini comuni e della specializzazione primitiva, ci sono somiglianze insieme con differenze sia nell'apparato sessuale che nelle reazioni del maschio e della femmina adulti.

La natura bifase della sessualità è appariscente in ambo i sessi e le due fasi risultano analoghe per ambedue.

Nel maschio, la vasocongestione dei corpi cavernosi e del corpo spugnoso del pene si esplica con l'erezione; mentre nella femmina la vasocongestione di strutture anatomiche analoghe, cioè i bulbi del vestibolo che circondano l'ostio vaginale, si esplica nella secrezione lubrificante vaginale e nell'inturgidimento che va a formare la piattaforma orgasmica.

Sebbene le fasi vasocongestizie siano dunque analoghe nell'uomo e nella donna, esse differiscono per vulnerabilità: la reazione vasocongestizia maschile più specializzata e complessa è molto più vulnerabile della reazione più indifferenziata della femmina.
Da ciò deriva che il disturbo erettivo è un comune negli uomini, mentre la sola inibizione della lubrificazione e dell'inturgidimento nelle femmine è rara, seppure non rarissima.

Anche l'orgasmo ha analogie in ambo i sessi. Nel maschio, l'orgasmo è innescato dalla stimolazione del glande e del corpo del pene.L'eiaculazione è espressa da spasmi involontari di 0,8 secondi dei muscoli alla radice del pene.

L'orgasmo femminile è similmente innescato dalla stimolazione della clitoride, che anatomicamente è analoga al glande e al corpo spugnoso del pene. E l'orgasmo femminile è espresso dalla contrazione di muscoli che sono analoghi a quelli che intervengono nell'eiaculazione: i muscoli dei bulbi e del perineo, insieme con i muscoli circumvaginali, che reagiscono a loro volta con una serie di contrazioni di 0,8 secondi (altra somiglianza).

Naturalmente nella femmina non avviene l'eiaculazione come nel maschio. La femmina peraltro non sperimenta il periodo refrattario che è un aspetto importante della reazione eiaculatoria maschile.

Inoltre l'orgasmo femminile sembra assai più vulnerabile a un'eventuale inibizione di quello maschile, e mentre la disfunzione orgasmica è prevalente nella popolazione femminile, il suo analogo maschile, cioè l'eiaculazione ritardata, è relativamente insolito. Infine, libido e funzionamento sessuale maschili e femminili sono multideterminati.
Dipendono ambedue essenzialmente dagli androgeni e da fattori psichici. È praticamente impossibile scindere le relative influenze di biologia e esperienza sulle reazioni sessuali dei due sessi con sufficiente certezza.

In generale, la reazione sessuale femminile si mostra più variabile di quella maschile, presumibilmente perché è assai più suscettibile a fattori psicologici e culturali. Per contrasto, l'eccitazione sessuale nel maschio, specialmente se giovane, è governata in più larga misura da fattori fisici ed è meno vulnerabile anche se tutt'altro che immune di fronte a influenze psichiche.

 
 

Dott.ssa Fiorella Bado

Specialista in psicologia e sessuologia, la dott.ssa Fiorella Bado riceve presso il suo studio di Firenze, in Via Franchetti n. 6 (angolo Via Baracca).

Per informazioni o per prenotare un appuntamento, è possibile utilizzare i seguenti recapiti.

Telefona allo Studio 055 4377229

Invia email

Feed RSSSeguici su Facebook
Copyright © 2016-2019 Dott.ssa Fiorella Bado - P.Iva 02037200488
impresaweb.euInfo CookiesDisclaimer

Close
^