» Home > Disturbi del desiderio

Disturbi del desiderio

Quando il rapporto sessuale diventa difficile

La risposta sessuale viene suddivisa in quattro fasi:

  • Desiderio  (caratterizzata da fantasie sessuali e dal desiderio di avere attività sessuali, riflette le motivazioni, le pulsioni e la personalità )
  • Eccitamento (sensazione soggettiva di piacere sessuale con modificazioni fisiologiche a livello generale e genitale )
  • Orgasmo (acme del piacere sessuale, accompagnato da contrazioni ritmiche dei muscoli perineali e degli organi pelvici e da successivo esaurimento della tensione sessuale).
  • Risoluzione (rilassamento muscolare, locale e generale, poi stato di benessere e stato di refrattarietà o disinteresse nei maschi )

La fase del Desiderio può avere principalmente due disturbi:

  • Desiderio sessuale basso ( Desiderio Ipoattivo ) ( ISD = Ihibited Sexual Desire)
  • Avversione

Le difficoltà derivanti dalla mancanza di interesse per il sesso sono fra i problemi sessuali, maschili e femminili, più comuni che si osservano oggi nella pratica clinica ( come riscontrarono anche Lief nel 1977 e Crenshaw nel 1985).

Già 50 anni fa, il sociologo Kinsey, aveva dimostrato che il comportamento sessuale (in particolare quello maschile) si distribuisce secondo una grande varietà di desiderio sessuale dallo scarsissimo al molto alto.
Molti uomini possono avere anche 30 o più rapporti sessuali la settimana per molti anni, mentre gli altri hanno una vita sessuale molto scarsa.

Senza altri dati clinici, non si può dire che l'uno e l'altro rientrino nella patologia: sono soltanto i due estremi di un fenomeno biologico. Alcune coppie con perdita psicogena di desiderio non presentano disturbi significativi della personalità o conflitti sessuali, e hanno matrimoni solidi. Tuttavia, nella nostra esperienza, i pazienti con ISD tendono generalmente ad avere problemi coniugali e/o problemi intrapsichici occulti abbastanza complessi.

Molte di queste coppie hanno rapporti difficili e mostrano risentimento e/o ambivalenza l'uno verso l'altro.
Le cause più comuni di risentimento nelle persone che hanno un partner con poco desiderio sessuale omprendono lotte di potere, alimentate dal mutato ruolo delle donne, transfert verso il coniuge di collera infantile residua non risolta nei confronti dei genitori, e problemi di intimità e di coinvolgimento.
Altri fattori eziologici comuni in questo tipo di persone sono l'iperreattività al rifiuto, alla separazione e alla critica presenti in uno o in entrambi i partner, reattività che si riscontra abitualmente nei pazienti con disturbi atipici di panico e depressione

La Kaplan descrive anche l' Anoressia sessuale e scrive: questa mancanza globale di desiderio sessuale può essere provocata da fattori psicologici simili, ma può anche rappresentare una manifestazione biologica della depressione, dell'alcolismo e dell'abuso di altre sostanze, di tumori ipofisari con secrezione di prolattina, di un deficit di testosterone in maschi e femmine, di tarmaci bloccanti beta-adrenergici e di molti altri stati meno comuni di malattia e di assunzione di farmaci. (Kaplan, 1983).      

Queste cause più profonde o remote provocano le seguenti cause "immediate" di ISD:    
1.   Un comportamento, spesso non manifesto, che evita il sesso.    
2.   Il ricorso ad "antifantasie", che bloccano le sensazioni sessuali. Ciò può manifestarsi come esaltazione degli aspetti negativi del partner, o come atteggiamento ossessivo nei confronti dei risultati.
In entrambi i casi, prima del fare l'amore o durante il fare l' amore, si produce ansia.

3. L'ansia per le prestazioni
4. L'evitare un'adeguata stimolazione fisica e/o psicologica durante le esperienze sessuali.
5. Il sopprimere o l'evitare fantasie erotiche coadiuvanti.

 

Il Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders dell'American Psychiatric Association, nella sua ultima edizione (DSM-IV) classifica le disfunzioni sessuali del Desiderio:

  • Desiderio Basso
  • Avversione Sessuale
  • Aumento del Desiderio

 

Dott.ssa Fiorella Bado

Specialista in psicologia e sessuologia, la dott.ssa Fiorella Bado riceve presso il suo studio di Firenze, in Via Franchetti n. 6 (angolo Via Baracca).

Per informazioni o per prenotare un appuntamento, è possibile utilizzare i seguenti recapiti.

Telefona allo Studio 055 4377229

Invia email

Feed RSSSeguici su Facebook
Copyright © 2016-2017 Dott.ssa Fiorella Bado - P.Iva 02037200488
impresaweb.comInfo CookiesDisclaimer

Il sito psicosessuologia.it si avvale di cookie, utili per ottimizzare la navigazione ed essenziali per alcune sezioni del sito.
Utilizzando il sito senza modificare le impostazioni del browser, si acconsente alla ricezione dei nostri cookie.

Close
^